31/03/2013 - AMVA Apprendistato e Mestieri a Vocazione Artigianale - Agevolazioni per gli apprendisti (Domande a partire dal 30/11/2011 e fino ad esaurimento dei fondi)

Bandi chiusi

Progetto AMVA  AGEVOLAZIONI PER LE ASSUNZIONI  DI APPRENDISTI FATTE A PARTIRE DAL 30/11/2011

Programma AMVA - Apprendistato e Mestieri a Vocazione Artigianale

ITALIA LAVORO, in qualità di organismo di assistenza tecnica del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è soggetto attuatore del Programma AMVA

FONDI DISPONIBILI A LIVELLO NAZIONALE € 78.150.700 (Fino  a feb 2012 sono state ammesse a livello nazionale 81 domande per un totale di circa  € 400.000,00 di contributi concessi. I fondi a  disposizione sono quindi ancora molti e non è prevista  una ripartizione a livello regionale.)

AMBITO: INTERO TERRITORIO NAZIONALE

IL BANDO E' APERTO  E LE DOMANDE POSSONO ESSERE PRESENTATE, PER LA REGIONE MARCHE, ENTRO IL 31/3/2013 (Verrà comunque chiuso in caso di esaurimento dei fondi. L'assegnazione dei contributi avverrà con procedura  a sportello e seguendo  l'ordine cronologico di presentazione delle domande). La scadenza originaria del 31/12/2012 è stata prorogata.

TIPOLOGIA DI AZIONI

A  contratti di apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale:

B  contratti di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere:

Solo tempo pieno (è quindi escluso il part-time)

AMMONTARE DEI CONTRIBUTI (non sono previste limitazioni sul numero di assunzioni)

1    Un contributo di € 5.500,00 (cinquemilacinquecento/00) per ogni giovane - da 15 a 25 anni-  assunto con contratto di apprendistato per    la  qualifica professionale a tempo pieno;

2   Un contributo di € 4.700,00 (quattromilasettecento/00), per ogni giovane - da 17 a 29 anni -  assunto con contratto di apprendistato  professionalizzante o contratto di mestiere a tempo pieno;

(Nella Regione Marche il contratto più diffuso è quello di apprendistato professionalizzante. L'agevolazione è quindi pari a € 4.700,00)

DECORRENZA DELLE ASSUNZIONI: 30/11/2011 (La domanda può essere presenta solo dopo aver fatto l'assunzione.  Non può essere presentata la richiesta per assunzioni future)

POSSONO PRESENTARE DOMANDA TUTTI  LE IMPRESE ISCRITTE ALLA CAMERA DI COMMERCIO (Non ci sono  limitazioni per quanto riguarda la dimensione dell'impresa ed il tipo di attività svolta. Non possono presentare la richiesta ad esempio i professionisti in quanto non sono iscritti alla Camera di Commercio)

TIPOLOGIE DI LAVORATORI (sono richiesti entrambi i requisiti 1) e 2))

1) Possedere il requisito di lavoratori svantaggiati come definito dal Reg. (CE) n. 800/20082, fermo restando il rispetto dei vincoli di età previsti dalla normativa relativa all'apprendistato.

E' «lavoratore svantaggiato» chiunque rientri in una delle seguenti categorie:

a)  chi non ha un impiego  regolarmente  retribuito  da  almeno  sei  mesi;

b)  chi  non  possiede  un  diploma  di  scuola  media  superiore  o  professionale (ISCED 3);

c)  lavoratori che hanno superato i 50 anni di età;

d)  adulti che vivono soli con una o più persone a carico;

e)  lavoratori  occupati in professioni o settori caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25 % la disparità media  uomo-donna  in  tutti  i  settori  economici  dello  Stato  membro  interessato  se  il  lavoratore  interessato  appartiene  al  genere

sottorappresentato;

f) membri di una minoranza nazionale all'interno di uno Stato membro che hanno necessità di consolidare le proprie  esperienze  in  termini di  conoscenze  linguistiche,  di  formazione  professionale  o di  lavoro,  per  migliorare  le  prospettive  di  accesso ad un'occupazione stabile; «lavoratore molto svantaggiato»: lavoratore senza lavoro da almeno 24 mesi;
(Questo è l'aspetto più importante da verificare. Su questo argomento sono state pubblicate da Italia Lavoro diverse Faq)

2) Non aver avuto rapporti di lavoro dipendente o assimilato negli ultimi 12 mesi con il soggetto beneficiario la cui cessazione sia stata determinata da cause diverse dalla scadenza naturale dei contratti. Resta salva la condizione di interruzione del rapporto di lavoro intervenuta per fine fase lavorativa.

PERIODO DI RIFERIMENTO: 12 MESI DALLA DATA DI ASSUNZIONE. In caso di interruzione del rapporto di lavoro prima dei dodici mesi è prevista la revoca totale (nei primi sei mesi) o parziale (dal 7° al 12° mese)

IL  BENEFICIO  E' CUMULABILE CON LE AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE PREVISTE PER L'APPRENDISTATO


LE DITTE CHE HANNO RAGGIUNTO IL LIMITE DEL DE MINIMIS POSSONO APPLICARE IL LIMITE PREVISTO DAL REGOLAMENTO (CE) 800/2008

DEVE ESSERE ALLEGATO IL CERTIFICATO DEL CPI ATTESTANTE LO STATO DI DISOCCUPAZIONE/INOCCUPAZIONE

 

Visualizza la normativa

Per informazioni

MACERATA: BARBARA BELLONI            338 1157997 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

ASCOLI PICENO: LUCA MARINI                      389 0031815 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

FERMO: SILVIA VALORI                   338 3574165 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 

 

La versione integrale dell’avviso e la relativa modulistica sono reperibili oltre che su questo portale all’interno dei seguenti siti: www.servizilavoro.it/amva, http://www.lavoro.gov.it/ e su www.cliclavoro.gov.it .

 

FAQ AGGIORNATE AL 19/03/2012

 

Nota del 3 Agosto 2012 (Le agevolazioni sono state estese agli studi)

A partire dal 1/9/2012,  per le assunzioni effettuate da quella data e ferme restando tutte le ulteriori condizioni indicate nell'avviso pubblico, possono presentare richiesta di contributo anche gli studi professionali in qualunque forma costituiti (consulta la nota).